www.berardigiordano2013.com

IL SENATORE BASILIO GIORDANO
SALUTA I SUOI ELETTORI


10.177 volte grazie!


Quando, 5 anni fa, gli italiani residenti in Nord e Centro America mi hanno scelto per rappresentarli in Parlamento, ho subito capito di essere stato investito di un’enorme responsabilità: battermi per difendere e promuovere gli interessi, i bisogni e le esigenze dei tanti connazionali che non hanno mai smesso di amare la propria Madrepatria. Un compito oneroso ma anche entusiasmante, che ho sempre cercato di svolgere con dignità, onestà e lealtà. Nonostante una congiuntura economica mondiale proibitiva. E malgrado la malcelata diffidenza che ancora molti, troppi colleghi nutrono nei confronti di noi eletti all’Estero.

Voi avete realizzato il mio sogno di tornare a Roma, dopo gli anni giovanili trascorsi in Vaticano, ed io ho fatto del mio meglio per ricambiare la vostra fiducia tenendo sempre alto il nome degli Italiani nel mondo. Ci ho provato, ma non sempre ci sono riuscito. Se ho sbagliato, l’ho sempre fatto in buonafede. Sostenuto, ogni giorno, dalla vostra stima e dal vostro sostegno.

Un sostegno che mi avete rinnovato anche alle ultime elezioni politiche. A tal proposito, desidero esprimere il mio più sincero ringraziamento e la mia più profonda gratitudine per le 10.177 preferenze ricevute da Voi elettori ed elettrici residenti nell’immensa Ripartizione Elettorale che va dall’Alaska al Panama. Così come ringrazio la mia segreteria politica, i miei amici del PdL e tutti i colleghi parlamentari. Primo fra tutti, l’amico fraterno On. Amato Berardi, mio compagno di viaggio dentro e fuori le Aule Parlamentari. Senza dimenticare i numerosi volontari e sostenitori che si sono impegnati a fondo nel corso dell’ultima campagna elettorale.

Mi duole non poter portare a termine il lavoro cominciato, lo ammetto, ma allo stesso tempo mi sento un privilegiato per aver avuto l’occasione, una volta nella vita, di poter varcare la soglia di Palazzo Madama da Senatore, eletto da Voi. Un’emozione lunga 5 anni. E che mi ha dato la possibilità di abbracciare molti di voi, dopo faticosi viaggi transoceanici. Senza non pochi sacrifici e spesso trascurando la mia stessa famiglia. Famiglia che non mi ha mai lasciato solo e che adesso potrà riabbracciarmi a Montréal. Città tra le più ‘italiane’ al mondo, da cui non smetterò di occuparmi delle vostre, delle nostre, problematiche. Lo devo soprattutto ai tantissimi che mi hanno nuovamente votato al punto di risultare il candidato con più preferenze in Nord e Centro America. Un risultato lusinghiero, insufficiente però per la mia rielezione. Ma questa, ormai, è storia. Ciò che conta, adesso, è guardare avanti, per restituire ai nostri connazionali la speranza in un futuro migliore. L’Italia è un grande Paese, fatto di grandi uomini e grandi donne. Dopo una campagna elettorale dura e dispendiosa, abbiamo tutti il dovere di un gesto di responsabilità volgendo lo sguardo al futuro dei nostri figli.

Il mio non è un ‘addio’, ma solo un ‘arrivederci’. Continuerò a dare il mio modesto contributo, da oltreoceano. Nel frattempo voglio augurare ai nuovi eletti all’estero una lunga e fruttuosa legislatura. Nel segno di un’Italia libera, che cresce e progredisce. Ma anche di un’altra Italia, quella sparsa nel mondo, che non dimentica ma difende con orgoglio le sue radici tricolori. Quelle che, spesso e volentieri, ci danno una marcia in più consentendoci di primeggiare in qualsiasi Paese di adozione. Non dimenticatevi che l’Italia vi ama: voi non lasciatela mai sola. Soprattutto adesso. Che Dio benedica l’Italia e tutti gli italiani nel mondo!

Basilio Giordano

senato repubblica
la diretta
pdl logo
forzasilvio