www.berardigiordano2013.com

Il parlamentare di Montréal riconfermato
dal PdL in Nord e Centro America


Il Sen. Basilio Giordano
si ricandida
al Senato


21/01/2013


Come nel 2008, il Senatore
punta sull’alleanza
con l’On. Amato Berardi,
di Filadelfia


Il Sen. Basilio Giordano - calabrese della Provincia di Cosenza ma da oltre 35 anni residente a Montréal, in Canada - si ricandida con il Popolo della Libertà (PdL) per un secondo mandato al Senato della Repubblica Italiana, alle elezioni politiche del 24-25 febbraio 2013. Una forte dimostrazione di fiducia del PdL nei confronti del parlamentare montrealese che, nel corso dell’ultima legislatura, si è distinto soprattutto per l’assiduità delle presenze (84.42% rispetto ad una media dell’80.10%) sia in aula che nelle Commissioni (‘Agricoltura e produzione agroalimentare’ prima e ‘Affari esteri, emigrazione’ dopo), oltre che nel ‘Comitato per le questioni degli italiani all'estero’ in qualità di vicepresidente.

Squadra che vince non si cambia: come nel 2008, anche per questa tornata elettorale il Sen. Giordano punta sull’alleanza con l’On. Amato Berardi, molisano della Provincia di Isernia, ma da oltre 40 anni residente a Filadelfia, negli Usa. Il deputato, che prima di varcare la soglia di Montecitorio si è distinto nel settore dei servizi assicurativi, nell’impegno filantropico e nella promozione del Made in Italy, ha firmato – tra le altre proposte di legge - un’iniziativa legislativa volta a ripristinare il riacquisto della cittadinanza da parte degli italiani emigrati all’estero e dei loro discendenti. Ed ha cofirmato altri importanti progetti normativi come l’erogazione di un assegno di solidarietà a favore dei connazionali all’estero in condizioni disagiate o il contenimento della fuga dei cervelli dall’Italia.

Da parte del Sen. Giordano c’è la ferma e decisa volontà di riscattare un mandato segnato da una congiuntura economica internazionale negativa e portare così a termine gli impegni presi con gli Italiani del Nord e Centro America. Impegni che il parlamentare del PdL rinnova e sottoscrive pubblicamente:

1. Votare una legge che preveda l’abolizione dell’iniqua tassa sulla prima casa: l’IMU.
2. Riaprire i termini per il riacquisto della cittadinanza per tutti coloro che sono nati in Italia e per i loro figli.
3. Continuare a favorire i rapporti con le Regioni di origine e sviluppare nuovi progetti per le imprese coinvolgendo, in particolare, i giovani.
4. Incrementare i fondi per tutelare e promuovere la cultura e l’insegnamento della lingua italiana auspicando procedure più facili e veloci per il riconoscimento reciproco dei titoli di studio tra le due sponde dell’Atlantico.
5. Contribuire a rendere Rai Italia un canale sempre più interessante e di qualità con un’ampia scelta di programmi culturali, sportivi, di approfondimento e d’intrattenimento. Senza trascurare l’informazione di ritorno, con eventi e attività delle Comunità all’estero proposti ai corregionali in Italia.
6. Potenziare le risorse a favore della stampa italiana all’estero.
A questi si sommano gli impegni sottoscritti nella sede del Popolo della Libertà, a Roma:
1. Approvare la riforma della Costituzione con il dimezzamento del numero dei parlamentari;
2. Votare il dimezzamento degli stipendi dei parlamentari; 
3.Votare una legge che azzeri il finanziamento pubblico ai partiti;
4. Non tradire il mandato degli elettori, passando ad altro gruppo parlamentare.

Impegni chiari, circostanziati, puntuali. Con i propri Elettori e con il proprio Partito. Come quelli già portati a termine nel corso della passata legislatura in ambiti strategici come Cultura, Turismo e Impresa.

1. A livello universitario, il riconoscimento internazionale di Diplomi, Master e Post Doc. Dopo un’intensa attività di mediazione, il 16 marzo 2012 è stato firmato un accordo tra l’Università di Padova e l’Istituto Nazionale della Ricerca Scientifica (INRS) del Québec che il riconoscimento legale reciproco di diplomi bi-valenti. Oltre a queste due Università, sono coinvolti anche altri Atenei canadesi ed italiani; 2. Per il Turismo, è in fase di definizione un accordo che sarà presentato nel 2013 e che coinvolge compagnie aeree, consorzi di promozione ed operatori turistici italiani. 3. Sul piano dell’innovazione tecnologica, sempre grazie alla mediazione del Sen. Giordano, nel 2012 Veneto Innovazione SpA e I.N.R.S. (Institut national de la recherche scientifique) hanno siglato un accordo quinquennale per lo sviluppo della ricerca, dello scambio di tecnologie applicate all’ambiente, all’industria e all’impresa.
4. Per quanto riguarda l’Associazionismo e i rapporti con le Regioni, nel Maggio del 2011, alla presenza del Sen. Giordano, è stato firmato l’Accordo di Collaborazione in Materia Industriale e Tecnologica, Ricerca e Sviluppo tra il Québec e la Regione Lombardia. Numerose delegazioni di Governatori e Assessori, Regionali e Provinciali, si sono recate in Nord e Centro America accettando il progetto del Sen. Giordano: quello di sviluppare nuove opportunità di mercato per le imprese, coinvolgendo i giovani oriundi e italiani.
5. A tutela dell’Imprenditoria, numerose piccole e medie imprese italiane hanno utilizzato il tramite dell’Ufficio del Sen. Giordano per essere introdotte nel mercato canadese. Concludendo così accordi e sottoscrivendo contratti.
6. Per valorizzare la stampa italiana all’estero, già il 31 luglio 2008, il Sen. Giordano ha presentato al Senato il disegno di legge, il n° 975, “Provvidenze a favore della stampa italiana all’estero”. Con suo grande dispiacere, però, non è stato purtroppo possibile approvarlo durante questa legislatura a causa della grave crisi economica che ha colpito l’Italia.
7. A difesa del Made in Italy, contro i falsi marchi e falsi prodotti italiani nel mondo, il Sen. Basilio Giordano ha presentato 2 disegni di legge: il 17 luglio 2008 il n° 921, “Istituzione delle denominazioni comunali di origine per la tutela e la valorizzazione delle attività agro-alimentari tradizionali locali”; il 22 ottobre 2008 il n° 1145, che successivamente ha ampliato, coinvolgendo anche altri colleghi parlamentari, presentando il disegno di legge n° 2448, sempre con il titolo ”Disposizioni per la tutela e la promozione della ristorazione italiana nel mondo”.

La fiducia del PdL, l’esperienza accumulata, l’ottimismo inguaribile: il Sen. Giordano ha 3 buoni motivi per ripresentarsi agli Elettori Italiani e richiederne il voto. Per vincere.

 

senato repubblica
la diretta
pdl logo
forzasilvio